mercoledì 19 settembre 2012

Batman: come è difficile promuovere il fumetto



E' uscito il terzo -fantastico- capitolo della saga di Batman di Nolan già da un bel po'.
Da sempre i film sono un ottimo metodo per promuovere anche il fumetto: pensiamo alla trilogia di Spider-Man di Sam Raimi: Panini Comics ha fatto una marea di mosse pubblicitarie, che trovate (ben) riassunte sul blog dell'amico Max. O, rimanendo in ambito Marvel, pensiamo ai Vendicatori, per i quali, tre mesi dopo l'uscita italiana del film, l'editore ha persino cambiato i titoli legati a questo gruppo in "Avengers".
Insomma: non sempre si sfrutta adeguatamente il lancio pubblicitario che un film può rappresentare, questo è vero. Ma almeno qualche volta farlo decentemente aiuterebbe.

In occasione del -ripetiamolo- fantastico terzo capitolo di Batman, Lion Comics lancia una promozione: acquistando un tot. di copie di alcuni volumi legati al pipistrello, si entrerà nel circuito Dark Rising Point, la cui lista dei negozi aderenti è seppellita a pag. 80 di Mega 182 di agosto. Al momento, quest'ultima è l'unica promozione effettuata dell'iniziativa, e si rivolge al circuito librario, quindi un canale che già conosce Batman. Ovviamente ci sono tre tipologie di adesione, ognuna con costi crescenti: l'editore/distributore tente a farti prendere più copie, garantendoti sconto o condizioni migliori. E, magari, tu lo fai.

Qui su FB ne parliamo anche noi.

I volumi coinvolti sono tre:
-BATMAN vs BANE;
-BATMAN LA NASCITA DEL DEMONE;
-CATWOMAN: VACANZE ROMANE.

Portando il biglietto del film nei negozi aderenti, si ha uno sconto che di 3 euro per l'acquisto di uno dei summenzionati tomi. Un "dettaglio": se vai a vedere il film e non frequenti fumetterie che hanno Mega o che comunque hanno aderito, non hai modo di sapere della promo.

Il sottoscritto, trattandosi di Batman e DC Comics, "marchi" che ha sempre spinto, aderisce.
Organizza una maratona di Batman presso una locale multisala: in due giorni, pagando 7,50 euro, è possibile vedere tutta la trilogia.
Prova anche -fortunatamente senza esito- a coinvolgere almeno tre disegnatori che lavorano negli USA nell'evento, magari per offrire una serata di film e sketch, ma fallisce miseramente, visto anche il periodo.
Nel frattempo, però, la Warner anticipa la distribuzione: quella che doveva essere la data di uscita (29 agosto) viene superata dall'anteprima del 21agosto. E, di pari passo, l'editore comunica che la distribuzione dei tre albi avverrà con una settimana di ritardo quindi il 7 settembre. Ora, io ho visto il film ieri, e di tutti quelli che conosco, sono stato praticamente l'ultimo.
Per una settimana ho letto tutti i commenti su FB, blog e siti di appassionati.
Ora, tra un'altra settimana vedremo i tre volumi coinvolti nella promo.
Non è un po' tardi?
Considerando che, poi, tutto il materiale promozionale (vetrofanie, sagoma di Batman) alla fine è arrivato addirittura il 14 settembre, non è tardissimo? E non è POCO?
Magari venderò tutto di tutti e tre i volumi: è possibile.
Ma l'obiettivo non è venderli A CHI LI AVREBBE GIA' PRESI anche senza lo sconto collegato al biglietto. L'obiettivo è: portare gente nuova nei negozi: come è possibile visto che l'iniziativa ha avuto ZERO pubblicità? E' apparsa solo su Mega che, ripeto, lo prende SOLO chi va nei negozi (serviti da Alastor, peraltro, quindi neanche tutti...); non è apparsa al cinema, non c'è una pagina FB dedicata, non c'è stato altro investimento pubblicitario...
E neanche un manifesto da appendere in negozio.

Vedremo, ora con AVX alle porte, e il susseguente Marvel Now (primavera?) cosa farà la Panini.
Ma la situazione promozione/pubblicità rimane drammatica: se le "major" non investono nulla, come possono farlo gli altri? Come possono pensare farlo le librerie?

4 commenti:

  1. Non riguarda le librerie, però la RW Lion una promozione l'ha fatta nei tempi (quasi) giusti: ovvero la serie di volumi legati a Panorama/Mondadori quelli si che possono captare un pò di target nuovo.
    In questi volumi (a mio avviso graficamente molto ben curati) magari ci sarebbe stato bene dentro un bel pò di promozione su ciò che viene pubblicato in Italia, ma almeno la visibilità in edicola ce l'hanno.

    RispondiElimina
  2. Appunto: non in fumetteria.
    Certo: vengono distribuiti anche in quest'ultima, ma siamo onesti: dentro non c'è NIENTE di NIENTE che rimandi alle librerie.
    Con pochi migliaia di euro, acquisti degli spazi su siti e blog fumettistici; fai una bella campagna su FB.
    Con un paio di contatti -che non possono non trovare- provano anche a mettere una pubblicità nei cinema...

    RispondiElimina
  3. la tu è una riflessione non da poco. in effetti, la pubblicità fatta da lion\alastor, per come è stata fatta, ha informato e coinvolto solo chi li segue già da tempo!
    panini invece, lavora meglio. ad esempio, ha pubblicizzato su diversi quotidiani i volumi allegati delle ristampe dell'ultimate spider man. conosco gente che non segue i fumetti marvel\panini ma, per la pubblicità che è stata fatta, sono stati informati e ora stanno comprando tutti i volumi!

    RispondiElimina
  4. Comprando i volumi... dove? In edicola!

    RispondiElimina