mercoledì 23 giugno 2021

THE SANDO e MATTEONI: tornano gli autori in negozio!

Ripartiamo, per l'ennesima volta, ricominciando ad ospitare autori.

La diffidenza del pubblico, il tanto lavoro, non ci spaventano o disincentivano: siamo una fumetteria, pensiamo che il nostro lavoro sia anche organizzare presentazioni con autori, come abbiamo sempre fatto.


Venerdì 25 giugno alle 18, sarà con noi GIUSEPPE MATTEONI, creatore grafico di DRAGONERO e già autore di Magico Vento, Volto Nascosto e Spider-Man per Il Giornalino

Il venerdì successivo, 2 luglio alle 18, sarà il turno di DANIELE DE SANDO, che presenterà IL MANUALE SUPREMO DEI PUPAZZI, per Becco Giallo editore.


martedì 22 giugno 2021

Cari editori... "Scusate il Ritardo"!

Come dicevamo alcune settimane fa, nell'ultimo anno la vendita dei fumetti - in particolare dei manga - è esplosa.

Ci sono più clienti in fumetteria, e tutti ne sono più felici e contenti.
Le cause sono tante: dalla notevole disponibilità di anime (per non parlare delle serie targate Marvel) in tv e sugli altri supporti digitali, che spingono molto alla lettura, alla nuova legge sul libro che riduce la concorrenza di Amazon. E la mancanza delle grandi fiere, che non va sottovalutata!

In tutto questo, gli editori rincorrono:

Gentile Cliente,

ti comunichiamo che, per motivi tecnico-logistici dell'editore Panini, e quindi non dipendenti dalla nostra volontà, ad oggi, non siamo in grado di garantire l'evasione degli ordini novità e arretrati Panini nelle consuete tempistiche.

Sarà nostra premura distribuire la merce il prima possibile, non appena sarà pervenuta presso i nostri magazzini.

Ci scusiamo per il disagio.

 

 

mercoledì 16 giugno 2021

Addio, Tuono!

Primavera 2011.
Non esiste ancora questo blog, addirittura Antani Comics è ancora una fumetteria che partecipa a Lucca Comics.

Nell'organizzazione degli eventi in negozio, che sta prendendo finalmente una piega positiva, nasce l'idea di un corso "di fumetto" per aspiranti disegnatori.

Così tutti gli eventi di quel periodo prevedono questo "menù": sempre al sabato, un primo pomeriggio dedicato al corso, a seguire incontro col pubblico.

Gli iscritti sono un buon numero: tutti molto fedeli nel seguire gli appuntamenti.
I nomi coinvolti sono ottimi.
E, proprio nel week end in cui c'è una fiera - che per la prima volta delego ad altri - addirittura ci sono TRE ospiti: Sualzo, Niccolò Storai e... Tuono Pettinato.


Tuono Pettinato tra Sualzo (a destra) e Niccolò Storai (a sinistra).
Esattamente l'8 giugno di 10 anni fa!

sabato 12 giugno 2021

A Lanciano Nel Fumetto!

Sono molto legato alla fiera di Lanciano.
Un po' perché ho conosciuto il vulcanico organizzatore, Luca "Ciccio" Veronesi una quindicina di anni fa: era il nostro vicino alla prima Lucca Comics dentro le mura.
Un po' perché, visto l'epico concorso per autori che organizzava all'epoca, lo convinsi io a fare pure una mostra mercato...


Locandina by Silvano Bertolin

mercoledì 26 maggio 2021

Maximum Cofanage o della ‘Saga del clone’ in formato omnibus

Anteprima 357, sezione Marvel, sottosezione BNS (bibliomani/nostalgici/sopravvissuti). Arriva il supercofano dedicato alla "Saga del Clone": 280 euro di bontà in 5 volumi. Un lancio che non passa inosservato. Da allora appaiono regolarmente qua e là annunci di vendita dell’edizione brossurata in 12 volumi del 2016 (circa 200 euro di cover price). Il prurito è venuto anche a me che, non lo nascondo, mi sento da tempo parte integrante della sottosezione suddetta. A quel punto mi sono lanciato in una serie di approfondite analisi comparative che mai avrei fatto per una qualsiasi altra cosa seria della vita. Queste sono le conclusioni che ho tratto e che metto a disposizione del prossimo mio.



Sulla sostanza della saga e sull'opportunità della sua raccolta in volumi "pornolusso" (come dicono i giovani) che ognuno resti della sua opinione. Un'edizione siffatta si rende appetibile soprattutto nei termini che definiscono l’acronimo BNS con l'ulteriore aggravante di un'altra brutta malattia chiamata completismo. Un quadro clinico devastante.

lunedì 24 maggio 2021

Di manga, ritardi e ristampe: perché tanti "buchi" nelle collezioni?

La recente pandemia ha duramente messo alla prova tutte le attività commerciali, soprattutto per le chiusure della primavera 2020 e per il successivo clima di incertezza.
Il settore librario, pur provato a detta di molti dall'approvazione della legge sul libro di un anno fa (che avrebbe - con una lettura non poco superficiale - aumentato i prezzi di libri e fumetti), pur senza le fiere per oltre dodici mesi, e - appunto - nel clima generale tra dubbi e paure, ha retto l'urto.

E le vendite di molti titoli sono esplose.

E' un fenomeno che riguarda i manga - ma non solo - e che si è visto anche in altre parti del mondo. Sarà che c'è più tempo per leggere, che molti anime vengono mandati in onda in questo periodo, probabilmente in parte è anche dovuto all'apertura continuata delle librerie, tra le poche attività sempre aperte da Pasqua 2020: ma di fatto le cose girano diversamente rispetto a prima della pandemia.

Le code davanti alla fumetteria, spesso più lunghe,
sono diventate ormai una abitudine...

venerdì 14 maggio 2021

WHOOPS... E e la SteelBox di Naruto?

Strani tempi.
Mesi fa (Anteprima 350) Panini Comics diceva delle fumetterie che...

... rappresentano per il mondo del fumetto un imprescindibile supporto; la spina dorsale di un sistema di diffusione che nel nostro paese, negli ultimi 30 anni, ha permesso alla realtà del fumetto di diffondersi e diventare fenomeno di massa, quando non di moda. Questo dopo anni di crisi e di difficoltà. Tutti noi editori dobbiamo essere grati al lavoro fatto in questi decenni dagli addetti di un settore, che nel tempo ha acquisito una capillarità e una capacità di servizio sempre maggiori.
Parole sacrosante, che ogni negoziante avrebbe voluto sentirsi dire.

E quindi tu, editore di caratura internazionale, fai dei volumi o prodotti da collezione, di valore e ricercatezza assoluti, a chi li affidi?
Alle fumetterie.
Ovviamente... no! Al tuo shop! 


venerdì 23 aprile 2021

Gli X-Men di Claremont: quando Wolverine diede della *** a Tempesta!

Come ho più volte detto, non amo i fumetti pubblicati in formati radicalmente diversi da quello originale. Perché? Perché se gli autori li hanno pensati in un certo modo (a colori, in bianco e nero, formato grande, formato piccolo) hanno avuto le loro ragioni per sceglierlo, e cambiarlo può tradire lo spirito originale dell'opera. E perché spesso è più piccolo, di difficile lettura e con una resa minore.

Ma ci sono delle eccezioni: ad esempio Walking Dead, che nel formato "Bonelli" rende quasi come in quello originale.

Da qualche anno, Panini Comics, ha varato i Marvel Integrale, ovvero classici del proprio catalogo riproposti nelle "misure" delle serie Bonelli: in un lontano passato aveva provato questo formato con l'etichetta Chiaroscuro: uscirono - a memoria - tre miniserie di quattro albi, oltre ad un autoconclusivo, ma con scarso riscontro. Quindi mai più.

"Per fortuna", ho sempre pensato.
Invece, la linea Marvel Integrale, mi ha fatto cambiare idea: il Daredevil di Miller e gli X-Men di Claremont come antipasto, poi lo Spider-Man di Mc Farlane e a seguire di De Matteis, il Batman di Snyder. Il Superman di John Byrne! Roba da leccarsi i baffi, in un formato attualmente considerato economico e alla portata di tutti.

Per questo, ne ho approfittato per rileggere tutto il ciclo di X-Men di sua maestà Chris Claremont, come mai avevo fatto fino ad ora, ovvero in ordine cronologico.

Tutta questa premessa, per raccontare che, oltre un mese fa, mi sono imbattuto sul vol. 3 in questa vignetta...

Wolverine da della... Baldracca a Tempesta
su Uncanny X-Men 103.