lunedì 28 aprile 2014

Editori Creativi #24: Spider-Man, dal film... al fumetto? O no?

Scelte dubbie, comportamenti al limite dell'illogico: cosa fanno i nostri eroici (??) editori preferiti (??) quando non sono impegnati a pianificare la conquista del mondo?
Continua la saga di EDITORI CREATIVI... una rubrica più o meno mensile, ma che potrebbe tranquillamente essere settimanale, e pure con un paio di spin-off...


Ma insomma... esce al cinema Amazing Spider-Man 2, torme di ragazzini si presentano nelle fumetterie per chiedere fumetti del loro eroe preferito... i negozianti, spaesati, non hanno nulla da vendere, e volete che il vostro blog preferito non ne parli?

Magari inserendo dettagli, spoiler sul film, e qualche polemica (mai) gratuita?

Attenzione: se non avete letto lo spoiler sulla fine di Amazing Spider-Man 2, non continuate a seguire questo post...



Premessa. Non ho visto Amazing Spider-Man 2. Ne ho lette di tutti i tipi, in pratica dall'"è una cagata pazzesca", al "miglior film marvel di sempre", dal "non buttare i tuoi soldi, lascia stare" al "è solo il secondo... quando uscirà il terzo, vi accorgerete che questa trilogia è migliore di quella di Raimi".
Giuro.

Ci andrò, non sono molto convinto, ma non posso perdermelo, se non altro per lei.

Non vi dico chi è questa attrice, né chi impersona.
Se non sapete la prima cosa, non meritate di vivere,
se non conoscete la seconda, andatevene da questo blog.

Si, si... Emma Stone è bella (solo?) e brava.
Ma mi riferivo a Gwen Stacy. La più bella e dolce fidanzata del mondo dei comics, appioppata da Stan Lee al più timido, impacciato e sfigato supereroe di sempre.

Seconda premessa.
Sono due le storie che mi hanno iniziato al mito dell'Uomo Ragno: Marvel Super-Heroes 14, "Il Mago", che lessi su un vecchio "Super-Super Gulp", cartonato gigante della Mondadori con storie varie dei personaggi dei fumetti, da Tex a Nick Carter, passando per Thor e, appunto, Spider-Man, è la seconda. Un'avvincente corsa contro il tempo, il protagonista che lotta senza speranza contro un nemico che non conosce e che - e la cosa mi colpì molto, visto che le storie dell'epoca tendevano a spiegarti sempre tutto senza lasciare nulla in sospeso - non scoprirà mai chi fosse... Poi scoprii che era un fill-in (è scritto anche nell'incipit dell'albo), ma francamente lo considerai sempre un "esordio" di gran livello, visto il ritmo, la semplicità ed il livello della storia...

La seconda, è tratta da un Uomo Ragno Gigante, la ristampa cronologica della Corno, privo di copertina e abbastanza sgualcito, ma che conservo ancora, e contiene la saga del "ritorno" di Gwen Stacy. Mi appassionai alla storia di questa bellissima ragazza la quale, anni dopo la propria morte, si ritrova viva, senza sapere il perché, e corre dal fidanzato, Peter Parker, ormai impegnato con la rossa Mary Jane. Alla fine, Gwen si svelerà un clone del perfido Sciacallo, uno dei nemici più subdoli di Spider-Man, che "copiò" anche lo stesso eroe, dando il via alla famigerata "Saga del Clone", che sarebbe stata ripresa anche venti anni dopo, con risultati controversi...

Quindi, quando si parla di Gwen Stacy, è personale.


L'esordio nella miniserie-capolavoro Marvels,
di Gwen Stacy, per i disegni di Alex Ross

Precisazione.

Dire, come molti hanno fatto, che alla fine di Amazing Spider-Man 2, Gwen Stacy muore, è uno spoiler.
Senza dubbio.
Perché? Perché il fatto che il film narri una storia di quaranta anni fa, non significa che la trama si svolgerà allo stesso modo. Lo abbiamo già visto.
E, in ogni caso è come minimo scorretto e di cattivo gusto anticipare come finisce un film che è ancora al cinema...

Fatto questo doveroso cappello... dico, ma è possibile che un negoziante "a fumetti" non abbia nulla da vendere ai poveri malcapitati che, visto il film, decidono di cimentarsi col fumetto?

Ancora oggi, un editore come Panini Comics, non l'ultimo arrivato, non riesce a far uscire per tempo l'albo a fumetti tratto dal film, e questo è già grave di per sé.
Oltretutto, non mette in cantiere alcun albo speciale o raccolta o volume per supplire ad eventuali richieste che sicuramente si avranno in questo periodo.

Mi è capitato diverse volte negli ultimi giorni, e sempre con dei ragazzini.

Le serie attualmente in corso, Superior Spider-Man e Superior Spider-Man Team-Up, fanno riferimento ad un altro Uomo Ragno. Su Ultimate Spider-Man, Gwen è morta, risorta, e il protagonista è un ragazzino di colore.
Raccolte recenti e decenti, come prezzo e qualità, consigliabili a ragazzini, non ce ne sono.

La storia della morte di Gwen Stacy, dopo esser stata pubblicata su L'Uomo Ragno e L'Uomo Ragno Gigante della Corno negli anni settanta, è apparsa nel 1993 sul nr. 35 del L'Uomo Ragno Classic della Star Comics, quindi nel 1999 sul bellissimo e "definitivo" (come ristampa) Tributo a Gwen Stacy (Marvel Mega 16, nel quale veniva riproposta l'intera saga, non solo l'albo della morte, oltre ad un epilogo più recente), per finire sul nr. 41 della rimpianta (e curatissima dall'esperto Max Brighel, nonché a mio parere miglior ristampa del Ragno di sempre) Spider-Man Collection, che di lì a poco avrebbe chiuso.
Quindi più nulla (ehi... se mi sono perso qualche edizione, segnalatemela, così posso aggiornare questa lista!).

Tutti albi esauriti, che sfido a trovare nelle fumetterie.

Per l'ennesima volta, un film non viene sfruttato come si potrebbe.
Si direbbe quasi... un "film" già visto e rivisto, che vedremo e rivedremo ancora, temo...

6 commenti:

  1. No beh la Panini butta fuori qualcosa di "speciale" per l'uscita del film, anche se non c'entra una beata mazza: il masterworks, il 2° 100% best con il ciclo di dan slott, il gold di spider-man 2099 e (mi pare) un pack che li contiene tutti e 3...poi in edicola dovrebbe uscire, con i volumi della Gazzetta, la raccolta di Spider-Island...poca roba comunque abbordabile per dei ragazzini e/o neofiti che non vogliono spendere troppo!

    RispondiElimina
  2. si ma appunto nulla legato a Gwen..
    non sarebbe stato male un volume "tributo a Gwen Stacy" con le storie più importanti dalla sua introduzione, la morte del Capitano, il supporto al politico, la fuga a Londra, la morte e se ci stava anche SM Blue in cui viene ricordata nel miglior modo possibile..
    essendo tutte su SMC gli impianti ci sono, manca la lungimiranza editoriale..
    PS non è che forse c'è stata un'altra ristampa su URPocket?

    RispondiElimina
  3. un paio di pack, sicuramente.
    tanti volumi, masterworks e omnibus.
    Ma, con almeno 2 problemi:
    -non è ancora uscito nulla;
    -niente con un buon rapporto prezzo/storie, almeno in fumetteria. E l'omnibus me lo piglia chi già legge l'uomo ragno, al 99%.
    Mentre invece, un volumetto da 5-6-7 euro, sarebbe stato più alla portata di tutti...

    ps: non so se hai ragione su ur pocket. Sicuramente c'è stata la prima saga del clone.

    RispondiElimina
  4. No, la morte di Gwen non è stata ristampata su UR Pocket (avevo tutta la serie di volumetti e quindi ve lo dò per certo)...ecco, Spider-Man Blue era l'ideale forse come Marvel Best Seller...presa come buona storia del ragno e che non "telefonava" il finale del film...
    Andrea

    PS: ho scordato nell'elenco delle imminenti ristampe ragnesche l'omnibus di McFarlane & Larsen + il 1° volume della Mark Millar Collection

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per la precisazione.

      concordo con te su Blue.
      Ma ce ne erano molte di cose adatte...

      Elimina
  5. tetsuyatsurugi29 aprile 2014 19:03

    Mi accodo nella stima per Gwen Stacy, findanzata number one dell'unico e vero Uomo Ragno, quello ancora non irrimediabilmente distrutto dalla seconda saga del clone in poi.

    All'elenco delle ristampe di Amazing 121, mancano il secondo volume della collana con la Gazzetta dello Sport/Corriere della Sera "La sfida di Goblin" e un oscar mondadori (Oscar Bestseller 1230 "L'Uomo Ragno contro Goblin").

    RispondiElimina