mercoledì 1 aprile 2020

RW LION pubblicherà ancora DC COMICS!

Sembra un pesce d'aprile, ma non lo è...

Forse.


Marvel e DC insieme a Trump contro il Covid21 per aiutare le fumetterie!

Come accennato sul blog dell'amico e collega Stefano Perullo, si prepara un crossover tra Marvel e DC per combattere gli effetti del virus sul mercato della distribuzione dei fumetti USA.

In realtà non ne sappiamo ancora moltissimo, ma abbiamo ottenuto qualche informazione e una immagine che verrà lanciata proprio domani!


martedì 31 marzo 2020

E se Lucca Comics...

Cartoomics è stata la prima. Rimandata a ottobre, roba che neanche ai tempi della scuola.
Poi, a raffica: Romics e Torino a giugno, sopra o attaccate a Etna Comics, in modo un po' maleducato...

Poi Napoli Comicon: dal primo maggio a fine giugno o inizio luglio. Un po' distanziata dalle altre, che il periodo lo richiede e lo stile non si compra.

Ne parlammo bene qui.

Tutte le piccole più o meno rinviano, ma nessuno ci fa neanche caso in un momento come questo.

Poi, da poco: Etna rinviata a non si sa quando.
Romics si farà? Erano nello stesso fine settimana, quello tra maggio e giugno.

Idem Napoli Comicon: si vociferano possibilità di vederla a settembre.
O oltre.
In tutto questo Lucca.



venerdì 27 marzo 2020

Contro il virus... adotta una libreria con Eris Edizioni e Canicola!

Avete mai pensato a cosa si può fare per sostenere chi durante tutto l'anno vi vende libri e fumetti, e ora è fermo per i provvedimenti del governo?



Intervistiamo Gabriele Munafò di Eris Edizioni, che ci spiega questa interessante iniziativa...

giovedì 26 marzo 2020

Dove è il mio pacco??

In questi giorni di grandi incertezze, di limitazioni, morti, paura e chiusure, una parte di Italia va avanti.

Non è facile, né per il "clima" pesante, né per le difficoltà logistiche.
Ma chi vende online prova a compensare il più possibile le perdite che la (ancor lunga) chiusura del negozio "fisico" ha generato e genererà.

Stiamo spedendo molto, e purtroppo ci sono dei normali ritardi dovuti al virus, alle chiusure e al fatto che comunque i corrieri non lavorano tutti e sempre a pieno ritmo.

Ad esempio questa settimane Poste Italiane ha tagliato gran parte delle proprie consegne...



martedì 24 marzo 2020

20 anni dopo

24 marzo 2000.
Davo un esame importantissimo, lo passavo, e finalmente mettevo online la prima versione del nostro sito. Da mesi vendevo su eBazar e qualche forum online, il sito (su Tiscalinet) era la svolta.

24 marzo 2005.
5 anni dopo.
Il negozio a Terni era partito da un anno e mezzo.
Con fatica, ma si cresceva.

24 marzo 2010.
Dieci anni.
Da oltre un anno, terza sed: negozio grandissimo.
Narnia Fumetto e Fumetterni erano nel loro momento migliore.
Con mia moglie festeggiavo casa nuova (trasferiti da poco più di un mese!) e l'arrivo imminente di Aurora.

24 marzo 2020.
Venti anni.
A casa, tutti insieme. Ora siamo in quattro: c'è pure Lorenzo.
In questi giorni alterno le spedizioni in negozio allo smart working di notte a casa.
Intorno uno scenario apocalittico.


lunedì 23 marzo 2020

Il fumetto ai tempi del virus: e se ci restasse solo il reso?

Finalmente è tornato.
Parlo del blog del collega e amico Stefano Perullo, titolare della fumetteria Comix Factory di Caserta.

Eccolo: http://comixfactory.blogspot.com.

Dopo aver spiegato il perché della lunga assenza, ha pubblicato un paio di pezzi interessanti.
L'ultimo, proprio di ieri, ha come tema centrale una dichiarazione del grande capo dell'Image, l'illuminato Eric Stephenson, che in un accorato post parla di come sostenere le fumetterie in questo momento negli USA.

Non è il primo messaggio pro librerie specializzate da parte sua: evidentemente nel nuovo continente hanno maggior rispetto e cura del ruolo che queste hanno nel mercato:

Oggi mi ricordo quando non c'erano negozi di fumetti.
Trovare fumetti allora potrebbe essere una vera sfida.
Trovarli oggi, però, senza gli sforzi del mercato diretto per diffondere e far conocere le nostre pubblicazioni i lettori di tutto il mondo sarebbe quasi impossibile. (...)
 
Alla Image abbiamo già iniziato ad adottare delle contromisure:
- tutte le nostre nuove pubblicazioni pubblicate nei prossimi  prossimi 60 giorni saranno rendibili (fino al 5/18) e siamo pronti a estendere questa misura in base alle necessità;- Annulleremo tutte le pubblicazioni non essenziali come le ristampe;
- Offriremo la nostra consulenza a Diamond per valutare misure che possano mitigare l'impatto di questa crisi sui rivenditori minacciati dalla chiusura obbligatoria dei negozi;
- Da ieri, stiamo valutando come riprogrammare e scaglionare l'uscita dei nostri fumetti, delle raccolte in volume e delle graphic novel in modo da non ingolfare l mercato in un momento in cui rivenditori e consumatori sono alle prese con difficoltà finanziarie per un periodo di tempo indeterminato.
 
Lo facciamo perché amiamo i fumetti, adoriamo questo settore e riconosciamo il nostro posto nell'ecosistema su cui tutti facciamo affidamento per sopravvivere. 
Tuttavia, tutto ciò non è abbastanza.
(...) 
Sono consapevole che quando si tratta di adottare provvedimenti simili a quelli messi in pratica da l'Image  non tutti gli editori sono uguali e possono studiare provvedimenti in autonomia. L'Image non è di proprietà di una grande azienda né deve rendicontare il proprio operato agli azionisti. Ma al di là di tutto ciò, questo è un momento in cui tutti dobbiamo fare la nostra parte. So che per alcuni di voi ciò significa saltare attraverso molti cerchi, ma se c'è mai stato un tempo per farlo, quel momento è adesso.

lunedì 16 marzo 2020

Covid19: Distribuzione quasi ferma. Cosa esce, cosa no.

Le comunicazioni continuano ad arrivare soprattutto via social, poche le mail "b2b" per i negozianti,
Paradossalmente, si continuano a presentare prodotti che slittano.

Ma il mondo del fumetto rallenta molto.
E, tranne poche eccezioni, inizia a fermare le uscite.



venerdì 13 marzo 2020

La Zona Rossa - giorno 4: editori che "chiudono", altri che vendono...

Quarto giorno di "coprifuoco", secondo di apertura solo online.

Dopo tutti gli altri, anche Panini Comics, finalmente, "chiude".
Ma parzialmente:

I recenti provvedimenti governativi che hanno portato alla chiusura temporanea di molti esercizi commerciali, tra cui librerie e fumetterie, hanno reso indispensabile da parte nostra una revisione del piano di uscita delle nostre pubblicazioni, al fine di sostenere e tutelare il più possibile i negozi specializzati e allo stesso tempo garantire in questo momento difficile un servizio per i lettori. 
Le serie regolari da edicola continueranno l’originario programma di uscite e saranno quindi in vendita sia nelle edicole che su comics.panini.it, ma saranno anche disponibili negli shop online delle fumetterie che vorranno riceverle. 
Le pubblicazioni destinate invece alle fumetterie e alle librerie non saranno distribuite e non saranno disponibili nemmeno sul sito dell’editore o sui vari marketplace. Attiveremo la vendita diretta su comics.panini.it solo dopo la riapertura dei punti vendita specializzati. Inevitabilmente questa sospensione produrrà alcuni ritardi e slittamenti, che provvederemo al più presto a definire e a comunicarvi tempestivamente. 
Per quanto riguarda l’uscita degli albi DC Panini, si è deciso di posticipare il lancio a inizio giugno, contrariamente a quanto annunciato nelle scorse settimane. Questo importante lancio è frutto di un grande lavoro di pianificazione, ma anche di uno sforzo promozionale da parte di tutti i punti vendita specializzati che hanno aderito con entusiasmo a questo nuovo progetto. Per questi motivi preferiamo attendere che la situazione si normalizzi e che le fumetterie e le librerie abbiano ripreso regolarmente la loro attività.

Scelta responsabile, soprattutto alla luce del lancio DC Comics originariamente programmato tra sole due settimane.
Certo: si poteva evitare di vendere il materiale sul proprio sito con spese gratuite.
Ma d'altronde, non possiamo pretendere che chi fa da sempre concorrenza diretta ai negozi che rifornisce, cambi modus operandi per una semplice pandemia, no?