domenica 20 ottobre 2013

Il ritorno di INVINCIBLE: i dettagli

Immagine realizzata da Loreto Terranova

Apprendiamo dal Mega (molto in ritardo...) di questo mese, le modalità di pubblicazione di Invincible da parte di saldaPress.
Proprio undici mesi fa, avevamo parlato dell'acquisizione, da parte di quest'ultima, dell'intero catalogo Skybound, l'etichetta editoriale di Robert Kirkman (per i sassi: creatore di The Walking Dead).



Invincible è stato pubblicato in Italia prima da Indy Press, che diede alle stampe il primo - introvabile - volumetto circa dieci anni fa, quindi proseguito con dodici ulteriori albi da fumetteria (fino ad arrivare al 78 americano) da Edizioni Bd. Nell'agosto 2012, le ultime due uscite: l'attesa ristampa del numero "zero" (quello targato Indy) e il dodicesimo tomo.

A novembre 2012, appunto, il passaggio a saldaPress ed ora, finalmente, il piano editoriale della serie, che negli USA ha superato il numero cento da qualche mese:

-INVINCIBLE: 16,8×25,6, 72 pp, col., 4,50€ conterrà Invincible 1, 2 + Atom & Eve 1: questa serie ristamperà cronologicamente tutte le uscite USA, e verrà distribuita anche in edicola.

-INVICIBLE UNIVERSE: 16,8×25,6, 72 pp, col., 4,50€ conterrà Invicible 79, 80 + Science Dog 1: qui verranno pubblicati gli inediti.

Entrambe le serie conterranno anche miniserie spin-off, inedite in Italia.
Il formato, per capirci, è lo stesso degli spillati Lion/DC, leggermente più piccolo di quello che Panini Comics usa per la Marvel.

Il tutto dovrebbe partire a gennaio, e non si esclude, in futuro, la raccolta degli albi in TP.

La serie è molto, molto valida: lo scrittore si discosta dallo stile usato per Walking Dead, con toni molto più leggeri - anche se non manchereanno momenti di vero dramma - e crea un universo di personaggi inedito nel mondo del fumetto indipendente, e anche per questo di grande spessore. Consigliatissima: chi ama TWD non può perdersela, visto che lo scrittore è lo stesso, e lo stesso dicasi per tutti gli amanti delle telenovele supereroistiche.

Le reazioni del pubblico, al di là della soddisfazione per il ritorno, si soffermano sul cambio di formato e sulla pubblicazione di miniserie inedite insieme alla ristampa dei primi numeri.

Nel primo caso, credo che siano critiche assolutamente fuori luogo: un editore che riprende un personaggio, non può rifarsi a formati del vecchio licenziatario. Già il fatto che si prosegua la vecchia serie, è un segno di serietà verso il lettore che ha seguito il personaggio dall'inizio, e che ora non deve necessariamente ricominciare con la cronologica, ma può godersi subito gli inediti.
Anche BAO - per fare un esempio - ha cambiato "le dimensioni" de La Lega degli Straordinari Gentlemen, ma è evidente che ogni editore, sceglie il formato che gli garantisce miglior resa tra costi e benefici: questo è il suo lavoro.

Invece, appaiono meno pretestuose le critiche legate alla "promiscuità" tra ristampe ed inediti: da sempre una pratica criticabile, secondo me, che danneggia chi quelle storie le ha già.
Ma va anche detto che, l'editore, ha spiegato che non necessariamente la formula del "cronologico" sarà due storie della serie principale più una tratta da miniserie: ci potranno essere albi con tre, una o addirittura nessuna storia di Invincible, il tutto per rispettare al meglio la cronologia del personaggio e del suo ricchissimo universo.

Tirando le somme: la cosa importante, è che una serie di grande qualità torni sugli scaffali dei negozi.
Ulteriori dettagli, critiche e recensioni, avremo modo di postarli dopo aver saputo (e visto) qualcosa in più.


Mega 196

Per la "copertina" di questo post, si ringrazia Loreto Terranova (terranova78.blogspot.it)

5 commenti:

  1. Wow! Prenderò sicuramente Invincible con la ristampa cronologica delle uscite Usa. Forse la collana con gli inediti. Mi piace il formato, in linea con il classico 17x26. Il prezzo, però, è altino. 4,50 euro per 72 pagine sono troppe, però questo mese ho tagliato Spider-Man (comprato fino al numero 600) e quindi avrò risorse da reimpiegare.

    Saldapress si conferma come uno degli editori che meglio si stanno comportando in questi ultimi anni (e non solo per il grande successo di TWD). Dalla discussione in altro topic, ho notato che il Ciccarelli è una persona molto sanguigna e determinata. Una persona di carattere e gli auguro di profondere tutta questa energia nel suo lavoro, che finora sta dando ottimi risultati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Persona sanguigna e determinata".
      Direi anche un pò oltre le righe in qualche sua uscita... ; )

      Ciao

      Elimina
    2. tetsuyatsurugi20 ottobre 2013 18:43

      E anche decisamente "educata" aggiungerei ^__^!

      Disponibile al confronto dialettico senza mai scadere in volgarità e sopratutto senza usare mai toni assolutistici (ecc. ecc.).

      Insomma, proprio una bella personcina eh :-))

      Elimina
  2. Da lettore ho valutato che sarebbe troppo oneroso ed impegnativo spendere 4.50€ per una serie che, sì, m'interessa ma diventerebbe poi una spesa fissa mensile per almeno 5 anni (24 numeri americani in media l'anno, in USA sono oltre il 100).
    Mi seccherebbe anche il dovermi sciroppare inevitabilmente (almeno all'inizio) dei riempitivi che, pur essendo collegati ad Invincible, non sono strettamente necessari alla comprensione della trama e senza possibilità di scelta. Ma questo dipende anche dal fatto che mi sono rotto le scatole degli antologici.
    Infine una perplessità: Invincible non è TWD, ha senso proporlo in una soluzione simile (edicola, formato popolare, prezzo abbastanza contenuto)? Non credo che il numero di potenziali lettori di Invincible sia paragonabile a quello di TWD quando è uscito in formato bonellide.

    RispondiElimina
  3. Non è da escludere che proprio grazie alla pubblicità su TWD tanti neo-lettori si potrebbero avvicinare a Incincible e al genere di fumetti che lo rappresenta. Credo faccia parte di una normale logica editoriale. Saldapress ha dimostrato in questi ultimi anni di non sbagliare un colpo. E poi la Image Comics si sta segnalando in America come la casa editrice più interessante del panorama fumettistico d'oltreoceano.

    Se vuoi seguire Invincible ma la spesa si presenta onerosa, puoi sempre tagliare qualche ramo secco. Io, ad esempio, ho tagliato Spider-Man con il numero 600!

    RispondiElimina