venerdì 20 gennaio 2012

Terni/Antani/Leo Ortolani/Rat-Man...


La scena è ancora ben chiara nella mia testa.
Era un afoso pomeriggio di fine estate, ed io stavo parlando col seniormarchetingmenagiarss di PaniniComics, Alex Bertani. "Allora siamo d'accordo? Mi mandate Ortolani, quello di Rat-Man? Non il solito autore di qualche serie sfigatella, che poi fate finta che sia una miniserie quando scoprite che non ha venduto abbastanza manco da ripagare la carta su cui è stata stampata?".
"Certo, certo!".
Sentivo che era distratto... probabilmente stava programmando qualche rilancio dell'Uomo Ragno (SPIDER-MAN! Ora si chiama SPIDER-MAN, col trattino!), che dal numero 583 (nuovaserie 310, nuovissima serie 94), sarebbe diventato "serienuovanuova, ma nuovanuova per l'ultima volta" nr. 1, anzi direttamente nr. 2, così l'1 sarebbe stato veramente introvabile.
Quindi, Bertani non mi ascoltava.
Ed ora mi ritrovo a dover ospitare Emiliano Caluri e Daniele Pagani.
L'ho chiamato, glielo ho detto, protestando veementemente. E lui mi fa: "A parte che li hai invertiti -e certo... che se erano Daniele Pagani ed Emiliano Caluri cambiava qualcosa!- ma guarda che Pagani scrive sul Vernacoliere, Caluri disegna Martinmister per la Bonelli".
Non gli ho dato peso ed ho attaccato.
Fermo restando che ho verificato, e il Vernacoliere non esiste (si dice che sia un giornale di satira su Berlusconi, ma Berlusconi è un invenzione dei Comunisti, i quali a loro volta non esistono, per cui...), mentre dal sito della Bonelli, non risulta nessun Emiliano Caluri (c'è Daniele Caluri, sarà al massimo un cugino, se non un anonimo col nome simile! Certo che ci vuole del coraggio a far finta di essere un altro), ora confermo che, domani sabato 21 gennaio 2012 ospiteremo gli autori della miniserie di 4 numeri Nirvana, Pagani e Caluri (di quest'ultimo non metto il nome, così qualcuno pensa che è il disegnatore di Martinmister!
Tra l'altro, pare che questi due siano anche i creatori di Don Zauker, serie di stampo ecclesiastico pubblicata dalle Paoline, che un po' di pubblicità non ci sta mai male.

Quindi domani, visto che ho provato a sbolognare l'incontro alle Paoline qui vicino ed alla libreria vera dall'altra parte del corso, ma mi hanno attaccato in faccia il telefono (oppure facevano benissimo Tu-Tu-Tu con la voce), venite numerosi: non sarà come la scarlattina o l'acalasia esofagea, farà meno male, e magari quattro risate ci scappano.
Portate le vostre copie de Il Giornalino da farvi autografare dagli autori di Don Zauker. Se avete crediti da vantare, portatevi la mazza, ma fate tutto fuori dal negozio, sennò devo imbiancare.
Le donne che hanno avuto il cuore spezzato da Caluri, che dicono essere un figaccione, possono portarsi dietro il fidanzato poliziotto; quelle illuse da Pagani lo psicologo.
Se c'è qualcuno offeso da Don Zauker, venga prima delle 16 per essere confessato.
Se c'è qualcuno che ha speso per Nirvana i soldi della paghetta, venga a fine incontro per i rimborsi.
Se qualcuno vuole insultare, invece, o picchiare il sottoscritto, invece, per questo articolo, venga pure: tra una lezione di Karate, una di giùgitsu ed una di pugilato, mentre rompo le tavolette di marmo con la mano destra e sfondo un muro col calcio sinistro, possiamo pure parlare liberamente. Uatà!
Amen.

ps: ULTIM'ORA: mi dicono che Nirvana non è una miniserie di 4 numeri, ma una serie regolare di 2! Mi scuso con gli interessati!

pps: mi mandano questa foto, da Fumetterni 2010, di Pagani e Caluri. Tanto per identificarli, mi dicono. Ma qui si fregano da soli: può esistere qualcosa che si chiama "Fumetterni"? Ma dai... saranno due cospleiers!

Nuff' Said!

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento